PRENDERSI CURA DEI PRODOTTI  ALUTREND

Sei l'orgoglioso proprietario di un cancello, recinzione o ringhiera Alutrend, congratulazioni! Ecco alcuni suggerimenti per ottenere il massimo dal tuo nuovo acquisto!
Consigli per la manutenzione
MANTENGO IL MIO PRODOTTO

Hai installato il tuo portale 6 mesi fa? È ora di ripulirlo in modo che riacquisti il ​​suo aspetto originale! Ottieni i migliori consigli e ottieni il massimo dai tuoi prodotti Alutrend.
La manutenzione ordinaria dell'alluminio laccato consiste in un semplice lavaggio con acqua e un detergente delicato (pH compreso tra 5 e 8) seguito da un risciacquo con acqua pulita quindi strofinamento con un panno morbido, non abrasivo e assorbente (sono da escludere spugne abrasive). Questa operazione dovrebbe essere eseguita da 2 a 3 volte l'anno a seconda dell'aggressività del tuo ambiente. Fare attenzione che non ci sia area di ritenzione idrica e assicurarsi che i fori di drenaggio siano sbloccati.

7483566d-7e40-458d-acbd-f4ad0554d9c2.jpg

IL CONSIGLIO DI ANTONIO VELARDI

Consulente tecnico

"Tutta i nostri prodotti sono rivestiti in polvere di CLASSE II di alta qualità e lunga durata. Per goderne il più a lungo possibile, si consiglia di pulire il tuo cancello regolarmente!"

BUONO A SAPERSI !

A lungo termine l'esposizione ai raggi UV del sole o della luna, pioggia, inquinamento, spruzzi e vari attacchi esterni (antischiuma, diserbante, ecc.) Possono alterare leggermente il colore della verniciatura a polvere. Questo scolorimento non influisce sulla resistenza e sulle proprietà meccaniche del prodotto. Per limitare questo fenomeno è necessario un lavaggio regolare del vostro cancello .

1111.jpg
Aluminium gates cancelli in alluminio  www.alutrendgates.com
Vernice termoindurente

Dopo l’assemblaggio, la saldatura e la ripulitura, i nostri cancelli vengono sottoposti ad un processo di sabbiatura con sabbia silice e corindone, successivamente vengono lavati  e sgrassati con solventi ed acidi, asciugati in forno, per essere infine sottoposti ad applicazione elettrostatica di polveri poliuretaniche del colore scelto ed inserite in forno a 200 ° per 20 minuti. Tutto questo processo viene fatto in linea, per poter garantire un’alta qualità del prodotto.

 

7483566d-7e40-458d-acbd-f4ad0554d9c2.jpg

IL CONSIGLIO DI ANTONIO VELARDI

Manutenzione per i nostri prodotti verniciati.

Le vernici per architettura utilizzate nel sistema, necessitano di regolare manutenzione e pulizia per assicurare la continuità delle proprietà decorative e protettive della superficie.

La frequenza degli interventi di pulizia dipende da molti fattori, fra cui:

1° Collocazione geografica della costruzione

2°  Classe di corrosività ambientale in cui è inserita la costruzione ,per esempio: marina, industriale, residenziale, rurale, ecc.

3°  Livello di emissioni inquinanti nell’aria.

4°  Presenza di venti con intensità notevoli (es. Bora di Trieste) possibilità di pulviscoli trasportati dal vento ,es. sabbia, polvere, ecc.

5°  Ipotesi di cambio nel tempo della classe di corrosività (es. passaggio da rurale a industriale)

Il miglior metodo di pulizia avviene attraverso un regolare lavaggio della superficie, utilizzando una soluzione di acqua calda e detergente delicato (pH 5-8). Tutte le superfici vanno pulite utilizzando uno straccio soffice o una spugna, non usare nessuna spazzola se non di origine naturale.

La frequenza della pulizia dipende dall’aspetto che si desidera mantenere e dalla necessità di rimuovere depositi che potrebbero, a prolungato contatto, causare danni al rivestimento. In ambiente non particolarmente aggressivo (es. rurale o urbano), la normale frequenza di pulizia può essere di circa 12 mesi.

In presenza di deposito di particolare sporco si raccomanda una maggiore frequenza di pulizia. Quando l’ambiente è aggressivo la frequenza di pulizia va ridotta a intervalli di 3 mesi. In presenza di elevato inquinamento atmosferico o in presenza di ambiente particolarmente corrosivo, o in presenza di acqua con molto residuo fisso ,  il periodo fra gli interventi va ulteriormente ridotto.

Assolutamente vietato utilizzare solventi o soluzioni che contengano: idrocarburi clorurati esteri

acetoni paste abrasive

 

TIPO DI AMBIENTE PROGRAMMA DI MANUTENZIONE :

  • Urbano - rurale controllo e pulizia ogni 12 mesi

  • Industriale controllo e pulizia ogni 6 mesi

  • Marino controllo e pulizia ogni 3 mesi

  • Industriale e marino controllo e pulizia ogni 3 mesi

 

RIPARAZIONI :

- Qualora sia necessario effettuare ritocchi sulla superficie verniciata si consiglia l’uso di vernici poliuretaniche bi-componenti, da applicare secondo il seguente ciclo:

- Pulire la superficie con solvente poco aggressivo, applicandolo con un panno liberamente , asciugare avendo l’accortezza di rimuovere eventuali residui .

- Se necessario, uniformare la superficie levigando la parte da ripristinare con carta abrasiva (max grana 320) e poi pulire accuratamente con panno asciutto.

- Miscelare energicamente la vernice per circa 2 minuti..

- In caso di vernice in confezione spray (bomboletta), spruzzare il colore su tavolozza (anche un foglio di cartone può fare al caso) applicare la vernice a mezzo pennello (di piccole dimensioni) e limitare l’applicazione strettamente alla parte da ripristinare.